CIRCONDARIO

Jun 24, 2018, 5:34
Giovanni Paola scrive alla “Bauli”
Vota questo articolo
(0 Voti)

Giovanni Paola scrive alla “Bauli”

22 Aprile 2014

Pubblichiamo la lettera che il sindaco di Conflenti, Giovanni Paola, ha inviato alla ditta “Bauli” con la richiesta di una collaborazione.
“Spett le Gruppo Bauli, sono il Sindaco di Conflenti, Comune della provincia di Catanzaro e mi  pregio e mi onoro di pormi all’attenzione del Vostro Marchio.

La popolazione di cui mi onoro di Amministrare vive nella dignità di un'economia essenziale, nella fierezza di una simbologia spirituale di un Santuario Mariano che è un fiore all'occhiello per tutto l'ambito diocesano (di Lamezia Terme), ma avverte concretamente la povertà delle risorse che lo Stato riesce ad assicurare alle casse comunali, in misura appena sufficiente per somministrare l’ordinaria amministrazione, ma di gran lunga al di sotto di quelle necessarie per pensare ad un minimo sussulto, per esempio, di carattere urbanistico, sia nella sua espressione strutturale che di arredo. Una delle poche risorse su cui si fonda l’economia locale è una fiorente autoctona attività artigianale dolciaria con la realizzazione di pregiate produzioni finalizzata alla piccola distribuzione. Ed è proprio in questo settore che si vorrebbe intervenire attraverso la richiesta di una forma originale di collaborazione alla “BAULI” per l’assunzione, la personalizzazione, la valorizzazione e la commercializzazione, su scala ampia, della nostra produzione dolciaria. Per ottenere tutto questo c’è la nostra disponibilità alla realizzazione condivisa di un progetto sperimentale che faccia del nostro Comune un “Testimonial BAULI”, intendendo sia la strutturazione che l’arredo urbano, immaginato secondo quelli che sono gli elementi più caratteristici del Vostro marchio, con la creazione di sagomature strutturate che si richiamino alle Vostre più note e classiche produzioni (per esempio “a Pandoro”), comprensive di logo, naturalmente da armonizzare con il resto del contesto urbano.

Il prodotto finale dovrebbe essere un paese completamente ristrutturato ma molto gradevole a visitarsi per la coesistenza dei temi storici e tradizionali, legati principalmente agli elementi che ne caratterizzano da millenni il nostro Comune, come i valori spirituali ed il Santuario della Madonna della “Quercia di Visora” che costituisce un richiamo da anni per migliaia di visitatori; e quelli innovativi, eventualmente frutto della realizzazione di questa ipotesi progettuale, con la proposta originale del tema della “BAULI”, sapientemente introdotto in modo creativo, che sappia dare anche l’idea di “un villaggio nel villaggio”. Tale condizione avrebbe il privilegio di non far perdere l’identità e la tradizione storica al nostro Comune, ma contestualmente di poter offrire un altro tema di altrettanto richiamo sociale, in quanto depositario di una progettualità urbana condivisa, sostenuta e personalizzata da un colosso della dolciaria internazionale. La creazione del “Paese della BAULI” avrebbe ancora il privilegio dell’unicità mondiale, ciò scatenerebbe un alto processo mediatico ed un conseguente incremento di flusso turistico, tutti curiosi di visitare tale innovativa realizzazione. Questa condizione potrebbe esaltare il valore del marchio del Vostro gruppo, oltre che rappresentare un evidente impulso sull’economia locale. Disponibile ad un incontro per affinare l’idea”.

Informazioni aggiuntive

  • Segnalato da: comune di Conflenti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Articoli correlati (da tag)