CIRCONDARIO

Jan 17, 2018, 16:02
Liquami fognari tra Nocera e Amantea: intervento dopo la segnalazione del M5S
Vota questo articolo
(0 Voti)

Liquami fognari tra Nocera e Amantea: intervento dopo la segnalazione del M5S

21 Agosto 2014

La foto di un “laghetto” non certo di acqua dolce ma assimilabile a liquami fognari fa il giro dei social network. Sulla vicenda sono intervenuti il Sindaco di Nocera Terinese ed il consigliere del M5S del Comune di Amantea Francesca Menichino, la situazione ora è stata ripristinata alla normalità

7ae73efe4c50580e061849ef2d5b5ea4 L

Gli agricoltori della zona, avevano lamentato il completo stato di abbandono nonché nessun intervento da parte degli organi preposti sulla presunta rottura della rete fognaria tra Nocera Terinese e Campora San Giovanni, in un luogo, tra l’altro, che porta all’accesso ad alcuni terreni da essi coltivati e lo hanno fatto attraverso Facebook, pubblicando foto inequivocabili.

La situazione, apparsa da subito insostenibile, ha suscitato lo sdegno degli utenti Facebook che hanno commentato “a dovere”.

Venuto a conoscenza della situazione, è intervenuto sul caso, dapprima il Sindaco di Nocera Terinese e successivamente il Consigliere comunale di Amantea, Francesca Menichino che ha protocollato la segnalazione di liquami fognari a cielo aperto nella zona di Nocera.

Ma andiamo per ordine:

Su Facebook, dopo la pubblicazione di questa foto, il profilo ufficiale del Comune di Nocera Terinese, pubblica un avviso un Avviso che, spiega la situazione riguardo la presenza di materia assimilabile a liquame fognario in mare, premettendo che su tale materiale, non è stata effettuata alcuna analisi. Ma la situazione è incancrenita anche più a nord, a Fuscaldo ad esempio, come segnalato da alcuni bagnanti a Cosenza Post.

Avviso ai bagnanti del Comune di Nocera Terinese.

“Il presente avviso e’ rivolto a tutti coloro che frequentano le spiagge di Nocera Terinese e che stamattina hanno segnalato la presenza di materia assimilabile a liquame fognario in mare.

Premesso che e’ sempre indispensabile analizzarlo, perche’ non sempre cio’ che sembra liquame fognario si rivela poi tale dopo le analisi, questa amministrazione, ci teniamo a precisarlo, ha fatto e sta facendo di tutto sul fronte della depurazione, investendo centinaia di migliaia di euro sia per il depuratore che per le pompe di sollevamento.

Questi investimenti hanno permesso un miglioramento della depurazione consentendo un deflusso di acqua limpida allo scarico.
Tuttavia, nonostante tutte queste precauzioni e investimenti, il mare risulta essere sporco e i motivi sono ormai noti.

A nord del depuratore di Nocera Terinese, sulla costa tirrenica, esistono altri depuratori la cui funzionalita’ non e’ stata ancora garantita. Chi frequenta quelle spiagge denuncia, da anni, una situazione ormai fuori controllo e noi, purtroppo, pur facendo il nostro dovere con il nostro di depuratore, ne subiamo le conseguenze, come si e’ verificato oggi. A questo va aggiunto il fatto che il fiume Savuto, che porta le sue acque nel tirreno, accoglie lo scarico di depuratori di oltre 20 paesi collocati all’interno del territorio, lontano dalle coste.

Cio’ significa che, pur impegnandoci a far funzionare il nostro depuratore, com’e’ doveroso fare, gli sforzi si rivelano spesso inutili a causa dei depuratori non monitorati o addirittura non funzionanti.
lo sconforto di chi vorrebbe godersi la spiaggia e il mare pulito, e’ anche nostro. La situazione e’ diventata ormai insostenibile”.

Passa qualche giorno ed arriva la nota del M5S di Amantea, a cui è seguita la segnalazione protocollata allo stesso Comune.

“Sulla base della segnalazione di alcuni cittadini si è avuta l’occasione di osservare nella zona di Nocera in prossimità di una pompa di sollevamento, molto probabilmente la n.12 , dei liquami che per aspetto ma soprattutto per il terribile cattivo odore sono identificabili come fognari. Si tratta della tubatura proveniente dal Comune di Amantea che confluisce a Nocera.

Immediatamente ci siamo recati alla delegazione di spiaggia e abbiamo proceduto alla relativa segnalazione, ottenendo la massima collaborazione dal maresciallo Marrello. La medesima seganalazione è stata protocollata in Comune con la richiesta della documentazione tecnica e contabile relativa.

Riteniamo che la materia della depurazione vada assolutamente approfondita, perché nella gestione amministrativa di un ente pubblico a tutte la materie legate alla tutela dell’ambiente va riconosciuta assoluta priorità.

E’ per questa ragione che chiediamo l’ accesso agli atti tecnici e contabili relativi alla depurazione e la convocazione di una commissione ad hoc con la partecipazione dell’assessore competente. Ma al di là degli aspetti formali ciò che chiediamo è una precisa volontà da parte di chi gestisce la cosa pubblica di condividere la visione ambientalista propria del M5S e di dedicare all’ambiente non sterili proclami ma precise volontà politiche, impegno e risorse economiche”.

Situazione ripristinata con disinfettazione e riparazione

Siamo andati sul posto per verificare la situazione. Da come si evince dalle foto, appare chiaro che si sia intervenuti, disinfettando l’area con l’ausilio della calce.

 

 

Informazioni aggiuntive

  • fonte: GizzeriaOnLine.it

1 commento

  • Michele

    Ormai sono anni che ci siamo abituati a fare il bagno nella "m......a"

    Michele Mercoledì, 27 Agosto 2014 11:32 Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Articoli correlati (da tag)