POLITICA

Oct 22, 2019, 0:19
Riunione a San Mango dell'Unione dei Comuni.
Vota questo articolo
(1 Vota)

Riunione a San Mango dell'Unione dei Comuni.

28 Ottobre 2014

Apprezzamento, condivisione, suggerimenti. Sono queste le reazioni dei consiglieri dell'Unione dei Comuni " Monti Ma.Re: da Temesa a Terina" alla relazione programmatica sull'organizzazione dei servizi utili allo sviluppo economico del territorio dei comuni associati presentata, nella seduta dell'ultima riunione tenutasi presso il palazzo municipale di San Mango D'Aquino.


Le linee di indirizzo tracciate dai comuni di Motta Santa Lucia; Conflenti; Martirano Lombardo; San Mango D'Aquino; Nocera Terinese; Falerna e Gizzeria per il prossimo futuro hanno toccato diversi argomenti, analizzato molteplici settori riguardanti l'attività dell'istituzione comprensoriale e puntato fortemente sulla valorizzazione delle notevoli potenzialità di cui è feconda l'area dell'Unione stessa. Infatti, l'Unione dei Comuni non rappresenta soltanto l'esigenza di unire le forze per poter ottimizzare le risorse finanziarie, "alquanto insufficienti", delle municipalità degli enti in momento di crisi drammatico in cui versa il Paese, quanto offrire in primis "l'occasione per poter valorizzare un territorio ricco di storia, di bellezze naturali e ambientali della Calabria".
Partendo dagli oltre 18 milioni di abitanti complessivi dei sette comuni che aderiscono all'Unione per un'estensione di 190 kmq dei quali 25 km rappresentato da coste, i punti di forza evidenziati nella relazione sull'organizzazione dei servizi per lo sviluppo del territorio sono, in sostanza, costituiti dall'importanza e dalla diversificazione delle bellezze marine, dal verde delle colline e dalle rigogliose foreste dei monti che potrebbero, tra l'altro, rappresentare " la carta vincente" per offrire un pacchetto qualificato e diversificato al turista sempre più esigente e alla continua ricerca di vacanze interessanti. A tutto questo, va ancora aggiunta la testimonianza storica dei beni culturali posseduti dagli stessi comuni grazie ai ritrovamenti archeologici di grande interesse come la Villa Romana in Falerna, il Piano di Tirena a Nocera Terinese o il ponte di epoca romana della vecchia via Popilia in Conflenti. Una relazione di massima, cioè, che non tralascia neppure "il moderno turismo religioso" guidato dalla presenza di San Francesco di Paola (patrono della regione) o dal Santuario della Madonna di Visora di Conflenti intorno al quale sono aggregati i santuari mariani della "terra dei Bruzi". Infine l'eno-gastronomia con le varie strutture ricettive quali alberghi, case vacanze e posti letto concludono quelle che sono le fondamenta essenziali presentate nella relazione organizzativa dell'Unione in merito ai servizi utili allo sviluppo del territorio e che per essere concretizzate "è necessario che l'area in questione sia dotata di un assetto viario moderno e scorrevole in maniera tale da poter raggiungere i luoghi attraenti in comodamente e velocemente".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Articoli correlati (da tag)