ATTUALITA'

Oct 23, 2017, 22:56
Il centro storico di Cleto diventa set cinematografico
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il centro storico di Cleto diventa set cinematografico

07 Marzo 2017

Lo scenario suggestivo del borgo di Cleto è nuovamente protagonista della cultura nella nostra regione. I bei palazzi e i luoghi ameni del centro storico- riscoperti dai più grazie alla passione e al lavoro dei ragazzi dell'associazione La Piazza e del Cleto Festival- tornano ad essere protagonisti e fonte d'ispirazione.

Questa volta infatti a restarne affascinato è stato il regista Francesco de Fazio che li ha scelti come luoghi dove girare il suo ultimo film. Sono iniziate lunedì 6 marzo le riprese di Acherontia, un film per il cinema dai contorni horror ambientato interamente in Calabria . La trama del film è capace di tenere tutti col fiato sospeso fino alla fine svelando man mano gli intrighi del paesino di Acherontia, il cui nome richiama oltre che una particolare specie di farfalla anche le antiche origini di alcuni borghi calabresi tra cui Cerenzia. Un intreccio di leggende e rapimenti avvolgerà la giovane Alice recatasi ad Acherontia per svolgere delle ricerche per la sua tesi di laurea. Sul set, accanto a volti noti del cinema, ci saranno anche comparse Cletesi. La produzione è molto contenta per la reazione collaborativa della comunità locale che ha messo a disposizione abitazioni e quant'altro mostrando apprezzamento e orgoglio per questa iniziativa cinematografica. Soddisfazione arriva inoltre dall’associazione La Piazza, operante da anni nel borgo di Cleto, che fin da subito ha teso la mano offrendo supporto logistico. Infatti per l’occasione la sua storica sede, situata nel centro storico, è diventata un grande camerino dove attori e operatori troveranno una buona base di supporto. Il borgo di Cleto arriva sul grande schermo e questo è già di per sè un avvenimento importante per la comunità che sta cercando in ogni modo di uscire dall’anonimato, dichiara Franco Roppo Valente dell'associazione La Piazza. Iniziative del genere sono fondamentali per far conoscere il territorio e creare al contempo un sentimento identitario che spesso, a causa dell'abbandono e dello spopolamento, rischia di svanire.

Informazioni aggiuntive

  • fonte: cn24tv.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Articoli correlati (da tag)