EVENTI

Dec 9, 2019, 3:26
Pentone fa cultura non solo in provincia col Festival del libro
Vota questo articolo
(0 Voti)

Pentone fa cultura non solo in provincia col Festival del libro

27 Agosto 2016

Due serate con protagonista il testo scritto ed i suoi autori tra tanti generi e personalità calabresi

Ha premiato la scelta dell'amministrazione comunale di Pentone di continuare ad investire sulla cultura considerata l'affluenza anche da altre province alla terza edizione del Festival comunale del Libro. Le due serate, tenutesi lo scorso giovedì e venerdì nella frazione di Visconte e a Pentone, entrambe iniziate commemorando le vittime del recente terremoto che ha colpito una vasta zona del centro Italia, hanno visto illustri ospiti presentare i loro ultimi scritti. Erano presenti per l'amministrazione comunale la consigliera Giuditta Mattace ed il sindaco Michele Merante, 'che hanno salutato i graditi ospiti e ringraziato gli organi di informazione - si legge in unna nota stampa - sottolineando quanto la cultura sia il pane della civiltà e l'emancipazione dei popoli. Le dinamiche presentatrici, rispettivamente Irene Amoroso di Pentone e Donatella Soluri dell'emittente televisiva Rtc, hanno riscaldato le due fresche piazze presilane per quasi due ore a sera con gli scrittori.

A Visconte - prosegue la nota - con Antonio Ludovico che ha presentato il suo terzo scritto "Protagonisti imperfetti", sulla storia della musica rock e di tredici personaggi che, attraverso quel genere, hanno contribuito a cambiare il modo di vivere e pensare di intere generazioni; col sindaco di Motta Santa Lucia, Amedeo Colacino, ed il presidente nazionale del Comitato No Lombroso, Domenico Iannantuoni, che hanno scritto anche sulla storia del "brigante"/partigiano calabrese Villella, per restituire dignità alla Calabria intera; col sindaco di Satriano, Michele Drosi, che ha presentato il suo ultimo libro dedicato alla figura dell'ex ministro Giacomo Mancini, di cui quest'anno ricorre il centenario della nascita; con Olga Fotino Canino il suo primo romanzo, "Lhena", incentrato prevalentemente sul disturbo bipolare (che, si è detto, colpisce il 3% della popolazione), e con Daniela Rabia, col suo secondo libro, "Matilde", nelle cui pagine racconta anche della celebre festa della Madonna di Termine di Pentone'. A Pentone, invece - prosegue la nota - sono stati ospiti il presidente emerito della Corte di Cassazione Romano De Grazia, che nel suo accorato intervento ha sottolineato la necessità sempre più cogente di legalità anche all'interno delle stesse istituzioni; gli onorevoli Nazareno Oliverio e Franco Laratta col loro ultimo scritto presentato all'Expo di Milano che, tra l'altro, tratta delle nuove opportunità offerte ai giovani dal mondo dell'agricoltura e di dieci aziende d'eccellenza calabresi che hanno contribuito a rendere grande nel mondo il nome della Calabria; nonché, il veterano e coinvolgente sindaco di San Mango d'Aquino, Leopoldo Chieffallo, che, partendo dal suo scritto "Tra sogno e realtà", ha raccontato dei traguardi raggiunti negli ultimi venti anni dal suo Comune e dei problemi rimasti irrisolti in terra di Calabria. Sono intervenuti al dibattito - si legge infine nel comunicato stampa - anche il presidente del Consiglio comunale di San Mango d'Aquino, Luca Marrelli; l'onorevole Mario Tassone; il vice sindaco di Magisano, Salvatore Tozzo; Rita Tulelli, presidente dell'associazione "Universo Minori" (che pure ha letto delle poesie del pentonese Guido Capilupi e che ha contribuito all'organizzazione della manifestazione), il dott. Erminio Amelio, ex sindaci ed amministratori (quali l'assessore cosentino Francesco Pichierri, il professore Aldo Pullano e l'avvocato Marino) e, nondimeno, dirigenti di partito ed associazioni locali, quali G.A.I.A e Proloco comunale.

Informazioni aggiuntive

  • fonte: web

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.