ATTUALITA'

Oct 23, 2017, 22:49
Vota questo articolo
(0 Voti)

ANCHE MARTIRANO LOMBARDO AVRA’ LA BANDA ULTRALARGA!

21 Settembre 2015

Ha sollevato un vespaio la nota pubblicata dal Comune di San Mango d’Aquino secondo la quale, lo stesso Comune, sarebbe stato servito dalla Banda Ultralarga entro la fine di quest’anno. Tanto è bastato perché si mettesse in discussione il fatto che il Nostro Comune venisse tagliato fuori da tale servizio e che, come al solito, la colpa fosse da addebitare alla precedente Amministrazione che non si sarebbe attivata per tempo. 


Ancora una volta non è così, sarebbe bastato documentarsi un po prima di parlare o di scrivere sui social e si sarebbe evitato di dare false informazioni e creare allarmismo, bastava farsi un giro su Internet e si sarebbero recuperate tutte le informazioni per chiarire qualsiasi dubbio.
Premesso che la Calabria (così come tutte le Regioni d’Italia) verrà servita dalla Rete Ultralarga in attuazione del Progetto Strategico Banda Ultralarga che prevede, entro il 2020, di servire tutti i cittadini italiani con la Banda Ultralarga a 30 Mb/s e tutte le sedi delle istituzioni pubbliche con la Banda Ultralarga a 100 Mb/s . In questo Progetto, la Calabria, sarà la Regione ad avere la priorità su tutte e la copertura per l’intera popolazione verrà assicurata entro il 31/12/2016. 
Al fine di attuare il Progetto, i Comuni della Calabria, sono stati divisi in due gruppi basandosi non su logiche politiche, su raccomandazioni o sull’interessamento delle Amministrazioni Comunali, ma sulla base di elementi oggettivi legati, soprattutto, alle fasi di espansione della rete stessa che, come già scritto, dovrà coprire il 100% dei comuni Calabresi. Nel primo gruppo sono compresi 223 comuni per un investimento complessivo di circa 100 Milioni di Euro, dei quali 63,5 di fondi pubblici e 36,6 di fondi privati (in questo caso investiti dalla Telecom Italia che è risultata vincitrice della gara per la realizzazione del primo appalto) e la fine dei lavori è prevista per il 31/12/2015. Con questo primo appalto la Rete, nel nostro comprensorio, arriverà (lato mare) fino a Nocera Terinese e (lato montagna) fino a Decollatura. I rimanenti 186 comuni, tra i quali anche Martirano Lombardo (e lo stesso San Mango d’Aquino), sono stati inseriti nel secondo appalto che ha visto l’aggiudicazione delle gare il 19/03/2015 e la fine dei lavori è prevista entro il 31/12/2016. In questo caso l’investimento complessivo di circa 19 Milioni di Euro (diviso in tre lotti: Cosenza, Catanzaro-Crotone, Reggio C.-Vibo V.) sarà totalmente pubblico. 
Va detto che la fine lavori non coincide con l’attivazione del servizio per i cittadini in quanto, in seguito alla la realizzazione della rete (che resterà comunque di proprietà pubblica), la gestione deve essere affidata a un operatore privato che dovrà garantire la copertura del così detto “ultimo miglio” (quasi sicuramente sarà Telecom Italia anche se ultimamente si è parlato anche di Enel) sebbene poi sarà possibile scegliere, quale fornitore di connettività, qualsiasi operatore di telefonia, così come avviene oggi con l’ADSL. Va ribadito, inoltre, che in questa fase ai cittadini verrà garantita una velocità di connessione fino a 30 Mb/s mentre solo le istituzioni pubbliche (nel nostro caso il comune, le scuole e la caserma) verranno servite con la connettività a 100 Mb/s. 
Ciò a dimostrazione del fatto che la precedente AMMINISTRAZIONE GALLO, non ha assolutamente trascurato un argomento così importante per lo sviluppo e la crescita del Nostro Comune anzi ha sempre vigilato sull’evoluzione del progetto, partito nel 2012, partecipando agli incontri organizzati dalla Regione (l’ultimo tenutosi a Falerna il 23 febbraio u.s.) e prendendo contatti direttamente con dirigenti della INFRATEL (Società del Ministero dello Sviluppo Economico per l’attuazione del Progetto della Banda Ultralarga).
Non sappiamo quale siano le informazioni in possesso del Comune di San Mango d’Aquino che l’abbiano indotto a pubblicare la nota in questione, ma se c’è stata una accelerazione sui tempi di realizzazione del progetto ciò interesserà anche il Nostro Comune e la cosa non può che farci piacere. 
Alla prossima.
P.S. Per la cronaca l’ADSL a 7Mb/s, nel Nostro Comune, è arrivata nell’autunno del 2005, in quel caso sì per interessamento dell’Amministrazione Comunale (siamo stati tra i primi comuni del comprensorio ad averla, basti pensare che nei Comuni di Motta e Conflenti, ancora oggi, si viaggia a 640 Kb/s) e sebbene ormai sia satura e non garantisca grandi prestazioni, ha rappresentato un elemento di grande importanza per tutta la Nostra Comunità negli ultimi 10 anni, ma questa è un’altra storia perché, come si suol dire, c’è sempre chi “mancia e scorda”.

Informazioni aggiuntive

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.