CIRCONDARIO

Oct 23, 2017, 22:55
Successo per l’edizione 2017 del Cletofestival
Vota questo articolo
(0 Voti)

Successo per l’edizione 2017 del Cletofestival

27 Agosto 2017

Il piccolo borgo della cittadina cosentina è stato preso d’assalto da turisti e visitatori della tre giorni condita di spettacoli e cultura. Molto apprezzato l’intervento del sindaco di Napoli Lugi De Magistris

È successo ancora! Sembrava un miraggio invece non lo è. Sembrava una coincidenza di una notte ma non è stato così. Il Cletofestival, manifestazione che si tiene da sette anni dal 19 al 21 agosto nel piccolo borgo di Cleto in Calabria, parla una lingua diversa. Parla la lingua dell'accoglienza, parla la lingua dell'amicizia e dell'ospitalità. Parla la lingua di tutte quelle persone che amano contaminarsi del piacere di stare insieme in armonia gli uni con gli altri. 
Il piccolo borgo di Cleto è stato preso letteralmente d'assalto nei giorni del festival da tantissime persone accorse per partecipare a questo spettacolo lungo tre giorni. 
Nel corso di questa settimana edizione sono stati tanti i momenti di forte emozione. Dal seguitissimo incontro sulle tematiche dei migranti alla straordinaria eloquenza di Luigi De Magistris che ha letteralmente coinvolto il pubblico parlando della sua esperienza nella gestione dei beni comuni nella sua città, alla rinnovata e calorosa accoglienza a Francesco Cirillo che insieme a Claudio Dionesalvi hanno parlato del suo ultimo libro dal titolo “Sud e ribellione”. La buona musica ha fatto da padrona con l'esibizione del polistrumentista maliano Baba Sissoko e con lo straordinario successo dei concerti dei Vallanzaska e dei Krikka Reggae. 
Molto apprezzata anche la passeggiata sonora che si è snodata lungo piazze e vicoli del centro storico fino all'imponente castello, passeggiata che oltre a far conoscere il borgo ha riportato in vita fatti e leggende che andavano sparendo. 
Nei volti degli organizzatori si coglie sia la gioia che la stanchezza ma soprattutto si può leggere l'orgoglio per il lavoro che tutti insieme hanno ancora una volta fatto con il cuore. Il Cletofestival è ormai diventato una tappa importante dell'estate calabrese che attira sempre più un pubblico variegato che partecipa con attenzione per attingere lo sforzo di chi ha deciso di resistere e cercare di cambiare concretamente qualcosa. La speranza per questi paesi sul ciglio dell'abbandono sono proprio la cultura e l'ospitalità, questi elementi possono invertire e riscrivere la storia dei luoghi ed al contempo ridare nuova vita.

Informazioni aggiuntive

  • fonte: corrieredellacalabria.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Articoli correlati (da tag)