Sab. Mar 23rd, 2019

Insediato ufficialmente il Comitato scientifico calabrese della Fondazione Incontro

 Il Comitato scientifico calabrese della Fondazione Incontro si è insediato ufficialmente nel corso della prima riunione, che si è tenuta nella sede del rettorato dell’Università degli studi “Magna Graecia” di Catanzaro. La prestigiosa organizzazione internazionale, voluta da don Pierino Gelmini, muove così un passo importantissimo in direzione della piena operatività della sede calabrese di San Mango d’Aquino, il cui presidente onorario è Antonio Scalzo. Il Comitato scientifico, che fornisce supporto scientifico alle iniziative della Comunità Incontro, si è riunito alla presenza del presidente Scalzo. Presieduto dal magnifico rettore Giovambattista De Sarro, che ha coordinato i lavori, esso è composto anche Santo Gratteri (vicepresidente), Michelangelo Iannone (segretario), Franco Montesano, Maria Giulia Audino, Lina Casalinuovo e Giovanni Paola. Presente anche il presidente nazionale della Fondazione, Giuseppe Lorefice. “Sono molto soddisfatto – afferma il presidente Scalzo – dell’avvio delle attività del Comitato scientifico che rappresenterà una sorta di ‘cabina di regia’ chiamata ad assumere le scelte strategiche che la Comunità metterà in campo, andando in aiuto di persone svantaggiate e bisognose: tossicodipendenti, alcolisti, ludopatici ed emarginati. Nel solco dell’esperienza avviata da don Pierino, il nostro obiettivo di fondo è porre al centro la persona perché dietro ogni storia di dipendenza e di devianza ci sono uomini e donne, ragazze e ragazzi che soffrono e a cui dobbiamo rivolgere il nostro impegno caritatevole e concreto”.

Scalzo sottolinea “l’elevato valore scientifico e professionale delle personalità chiamate a far parte del Comitato, a cominciare dal magnifico rettore De Sarro. Considero peraltro assolutamente strategico – prosegue il presidente onorario della sede calabrese della Fondazione incontro – il rapporto con il mondo dell’Università. Guardiamo alla ‘Magna Graecia’ come un punto di riferimento non solo sul versante strettamente didattico e della ricerca, ma anche nel rapporto con il territorio, che ha bisogno di mettere in rete le migliori esperienze ed energie per contribuire a migliorare la nostra società, contrastando gli effetti dei fenomeni di degrado che sono alla base delle tante drammatiche vicende di dipendenza da alcol, droga e gioco d’azzardo”. Nella comunità, che in Calabria ha sede nel territorio di San Mango D’Aquino, vengono assistiti uomini e donne con problematiche dovute ad assunzioni di sostanze e con disturbi psichiatrici con un programma specifico in base al tipo di dipendenza. Inoltre, la Comunità Incontro può ospitare anche persone che devono scontare misure di pena alternativa segnalati dal Ministero della Giustizia. La Comunità opera attraverso l’approccio dell’ergoterapia, ovvero l’uso terapeutico del lavoro, quali la cura delle aree verdi, degli orti e degli animali, la gestione dell’officina, la pulizia degli ambienti e degli indumenti personali. Nel percorso riabilitativo si garantisce un supporto psicologico individuale o di gruppo, nell’ambito di piani pedagogico – riabilitativi individualizzati secondo la tipologia e la gravità dell’assistito, della durata da 18 a 24 mesi.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi